ItalianoHrvatskiEnglishFrançaisDeutchEspañolPortuguesePo PolskuSlovakia     

 

Storia

Fraternità "Rayo de Luz" - Perú 2007
Madre Elvira intuisce che i bambini di Villa Salvador hanno bisogno di spazio,di verde dove correre, stupirsi, giocare e crescere robusti: serve una nuova casa! ...Ma dove? ...Ma come?
Spirito Santo, manda a noi dal cielo un “Rayo de Tu Luz”

Vi comunichiamo con tanta gioia la lieta notizia che negli ultimi mesi, in Perù, abbiamo “partorito” una nuova casa. La Madonna ci ha guidati dopo l’intuizione nata nel cuore di Elvira durante il suo passaggio qui: grazie alle vostre tante preghiere abbiamo trovato un luogo bellissimo, con una casa grande, in uno spazio aperto, verde e luminoso, dove la nostra missione di Villa Salvador, che accoglie i bambini piccoli piccoli e che è “schiacciata” in mezzo alle baracche di gente poverissima, potrà avere appoggio, continuità e sostegno. Le due case sono a quindici minuti l’una dall’altra, e si potranno cosí aiutare tantissimo tra di loro.
Il 12 dicembre, festa della Virgen de Guadalupe, padre Stefano è tornato tra noi viaggiando nella notte dal Messico, per celebrare con una semplice ma commossa Messa nel parco della casa nuova, l’inizio di questa nuova missione. I bimbi felicissimi correvano per il prato, stupiti dal verde, dai fiori e dalla natura, con gli occhi sgranati nel vedere che dono Dio ha fatto loro. Per dire grazie a Maria che l´ha voluta abbiamo messo in mezzo al giardino una bella statua della Virgen de Guadalupe, portata dal Messico, che accoglie coloro che entrano quando si apre il portone di questo “piccolo Paradiso” che abbiamo battezzato: “Fraternità RAYO DE LUZ - RAGGIO DI LUCE”. È un luogo dove si sente la Luce di Dio presente e viva. Siamo partiti poi al lavoro, per adattare l’interno della casa alle nostre necessità: per prima cosa è nata una bellissima, coloratissima, peruvianissima... cappella. L’arrivo tanto atteso della prima ondata di bambini ha dato pienezza di gioia e di vita alla casa.
Un grazie grande da parte di tutti i nostri missionari e bambini a voi ragazzi e ragazze della Comunità, genitori e amici, fratelli e sorelle per tutto il movimento di attività, lavoro, fantasia e generosità che questo nuovo progetto ha generato in tanti di voi... e grazie di cuore a chi si fa “pezzo” di Provvidenza per dare speranza a questi bambini.
Ci lascia con tanto stupore e riconoscenza e riempie il nostro cuore di FEDE la mano di Dio, che si manifesta attraverso tutti i frutti che stiamo toccando con mano qui in Perù… terra in cui Dio compie la sua promessa di fare di noi, suo piccolo popolo, cose grandi!
Grazie al desiderio di Madre Elvira, la Madonna si è fatta strada, ed ecco il secondo “Paradiso” del Perù, dove i bambini piccoli possono correre, giocare, creare e soprattutto contemplare Dio attraverso la natura, il lavoro e l’amore, che Lui riversa nei nostri cuori per educarli al bene. Dopo l’inaugurazione, nel giorno di “Nostra Signora di Guadalupe”, definiti i particolari su come sviluppare la casa… ci siamo tutti “tirati su le maniche” e la casa ha proprio preso un altro volto: muri dipinti, cappella preparata per l’arrivo di Gesù... Il bello è stato che ogni missione ha contribuito, chi facendo i letti a castello (grazie a Santa Eulalia), chi cucendo lenzuola e cuscini per la cappella (grazie a Villa Salvador)... Ringraziamo per questi due mesi passati insieme nei preparativi tra noi missionari, che ci hanno uniti molto. Adesso, carichi di allegria e pace, in questi primi giorni con i bimbi stiamo cercando di fare buon uso del tempo. È bello poterli conoscere da questo lato, perché vedi più profondamente chi sono; per esempio è buffo vedere Luis, che è alto un metro a dir tanto, che aiuta nell’orto e sta attento a non calpestare... se no tutto muore. E poi prende l’innaffiattoio, che è più grande di lui, e lo riempie di acqua, poca, se no non può portarlo e mi dice: “Tía, todavía puedo aca, falta poco tía” (Zia, posso ancora, manca poco, zia). Grazie a Dio per questo grande dono e per i vostri cuori generosi che ci hanno aiutato a rendere un sogno realtà… sfrutteremo per bene lo spazio! Grazie Madre Elvira e padre Stefano, perché continuate a non aver paura di rischiare con Dio, fidandovi di noi. Vi vogliamo tanto bene.

Finalmente è giunta l’ora... i bambini anche qui, a Rayo de Luz!
Per due mesi abbiamo preparato questa casa, colorando, pulendo e benedicendo ogni stanza. Adesso abbiamo la gioia di vederla piena di vita! Si sono trasferiti da Villa el Salvador i cosiddetti “fantastici” e “grandi” (fino ai 7 anni) e …sono in piena forma!!! Forse pensando di essere qui per una vacanzina, si danno alla pazza gioia tra giardino, orto, fiori e quanto più la Santa Provvidenza ci ha donato. Io mi rallegro di vederli poter correre, interessati ad ogni novità e ad ogni lavoro che gli si propone. Dopo il lungo inverno passato tra il cielo grigio e la cera rossa del nostro pavimento di Villa Salvador, non posso che rimanere stupita e riconoscente del dono di questa casa per loro. Tra poco inizierà la scuola e grazie e Dio hanno uno spazio dedicato a questo. Prendono piede anche nei lavori e nelle responsabilità della casa, così che c’è uno scambio reciproco, nel quale ognuno riceve dall’altro cento volte di più. L’altra sera, prima di entrare in cappella, ho lavato i piedini di Yamilet; quando poi ha visto il mio piede infilarsi nel lavandino, non ha proposto di aiutarmi, ma lo ha direttamente fatto! Si è precipitata decisamente a lavarmelo con una precisione, spontaneità e semplicità; che gran lezione! Beati noi! Venite a trovarci, vi aspettiamo e vi vogliamo bene.
                                                                                                
Valentina
                                                                                     (dalla rivista Risurrezione - Marzo 2008)

Print this pagePrint this page