ItalianoHrvatskiEnglishFrançaisDeutchEspañolPortuguesePo PolskuSlovakia     

 

Rayo de Luz

Ciao a tutti,
sono Andrea. Vi scrivo dalla casa" Rayo de luz", così vi faccio assaggiare un po’ l'ondata di amore che ci ha dato il Bambin Gesù. La famiglia aumenta di giorno in giorno: in quest'ultima settimana sono arrivati 5 bambini e gli spazi qui sono sempre più stretti, però è bello, perché si sente proprio la bellezza della famiglia, e che famiglia, in un ettaro di terra!... Siamo in 50 più gli animali, l’orto, il frutteto, i magazzini , tutto ben organizzato.
Tutti i bambini sono in vacanza e per loro abbiamo organizzato laboratori didattici, momenti di sport e di musica e da queste cose vedo quanti doni hanno.
Grazie a tutti.


Ciao a tutti! È arrivata l'estate, qui a Rayo de Luz, e la scuola è terminata. Dopo il periodo natalizio e la festa della casa, vissuta con tanta allegria e gratitudine per tutte le persone buone che ci visitano e ci aiutano, ci aspettano attività varie, lo sport, il teatro con i nostri bambini. In questo periodo sono arrivati anche dei nuovi bambini, così la casa è piena di gioia e di novità. Che bello, Gesù ci fa vivere sempre cose nuove e sentimenti nuovi! E così, tra aiuti vari nel lavoro, nell'orto, nella stalla, con Rayo il nostro cane che corre e gioca con i bimbi, le nostre 2 tartarughe che escono a rinfrescarsi dopo l'inverno, passa velocemente la nostra giornata ricca di doni che solo Dio ci fa vivere ogni giorno. Grazie a tutti. Ciao.

"Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato. Allora i giusti risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere, quando ti abbiamo visto forestiero o ammalato e siamo venuti a visitarti? Risponderà loro il Re: “In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli piu piccoli l'avete fatto a me." (Mt 25,35-40)

Sono Valentina e vivo nella famiglia del Perù, a “Rayo de Luz”. Ho pensato a questo Vangelo perché ho un grande GRAZIE da dire a Gesù, perché mi dà la possibilità concreta di toccarlo, servirlo e amarlo ogni giorno nei più piccoli, che sono i bambini. La missione per me è diventata una fede più concreta, più viva. Tante volte non sento di meritare tanta fiducia da parte di Dio perché l'amore, la pazienza, il perdono che i bambini richiedono non è tanto: è infinito. Però sono felice di trovare nella mia debolezza umana l'amore di Dio che spalanca i miei limiti e le mie paure, e mi insegna quell'amore infinito che ho bisogno di dare agli altri, grandi e piccoli, e a me stessa.
È una lotta tutti i giorni contro me stessa per vincere l'orgoglio, la stanchezza, la nuvola del malumore che ogni tanto passa, ma i bambini stanno tirando fuori il bello, i doni, la gioia che c'è in me e sicuramente mi danno l'occasione per guarire e cambiare i difetti, insegnandomi ad essere più buona, più fedele nella preghiera, più madre, più umile e misericordiosa.

Vai all'album fotografico...

Print this pagePrint this page